Cerca tra centinaia di podcast,
l'archivio delle nostre trasmisioni dal 2006

del 24/05/2019

Il 19° Episodio di Sounds & Grooves per la 13° Stagione di RadioRock.TO è l’ennesimo mattone di oltre 1 ora e mezza che inizia con il ricordo di Adrian Borland e di una grande band come i The Sound per andare a trovare la malinconia rabbiosa dei Twilight Sad e una band fondamentale per la scena post-punk e non solo come i Gang Of Four. Il podast continua con la psichedelia liquida di Honey Owens aka Valet, e l’anima soul di Greg Dulli che viene fuori non solo con il suo progetto principale, The Afghan Whigs, ma anche con i Twilight Singers. E che dire dell’incredibile melting pot sonoro messo in piedi sul finire degli anni ’70 da band come The Slits e The Pop Group? C’è ancora spazio per un viaggio nel passato insieme agli straordinari Love di Arthur Lee e ad un meraviglioso irregolare come Kevin Ayers. A proposito di irregolari, come non amare il talento di Daniel Johnston, vero outsider della intera scena musicale. Dennis Wilson non è stato solo l’unico vero surfista dei Beach Boys, ma un ottimo songwriter, anche se ha fatto in tempo a pubblicare solo un lavoro solista. Il gran finale è affidato a due sicurezze: le alchimie sonore di Josephine Foster e il gran ritorno di Paul Webb aka Rustin Man, l’unico che può portare avanti il testamento artistico dei Talk Talk.

Che aspettate? Buon fine settimana a tutti, download & enjoy


 


del 01/03/2019

Sounds & Grooves: Season 13 Episode 13


La scaletta era già pronta per metà, ispirata dal nuovo bellissimo ed inaspettato disco di Paul Webb aka Rustin Man, la scomparsa di Mark Hollis ha trasformato anche l'altra metà in un podcast del cuore...


Download & Enjoy

 



del 16/02/2018

Si torna alla normale programmazione con un podcast di circa 100 minuti dove troverete il mio omaggio a Mark E Smith, leader dei The Fall scomparso recentemente, e al mai troppo ricordato Terry Kath, chitarrista dei Chicago drammaticamente scomparso 40 ani fa. C'è spazio per i discepoli di Mark E Smith, Fat White Family, l'hardcore adulto di Husker Du e Unwound, quello melodico dei Dinosaur Jr, le chitarre scomposte dei Polvo, l'ironica meraviglia noise dei nostrani Zeus!, il post rock eroico dei GY!BE, i paladini del post punk/noise britannico The Membranes, il pop intelligente dei Darto, l'album del passaggio da shoegaze a britpop dei Ride, il gran ritorno dei Portishead e la chiusura affidata alla tromba avant jazz di Jaimie Branch. Insomma, un menu per tutti i palati. download & enjoy

 






del 16/10/2017

Books waiting to be written
Love is waiting to be loved
Songs here, underneath my fingers
Waiting to be sung

Nothing will be written
And no-one ever will I love
No song will I be singing
If it's where I'm running off

But I know that it works
'Cause I've seen that it's true
If you just let it go
It will come back to you

(Fear si Like a Forest)