Cerca tra centinaia di podcast,
l'archivio delle nostre trasmisioni dal 2006

del 11/05/2018

Stavolta ho sforato l’ora e mezza di podcast ma giuro che l’ho fatto per una giusta causa. In questo ampio contenitore che è il 18°episodio di Sounds & Grooves(sempre e solo per radiorock.to, la miglior podradio del globo terracqueo)potete trovare di tutto e di più. Due splendide novità come lo scuro folk dei Wrekmeister Harmonies e la lucida varietà sonora di Cate LeBon e Tim Presleyriuniti sotto la ragione sociale di Drinks. Un inizio scoppiettante dedicato all’unione di jazz, postpunk e no (new) wave con Lounge Lizards, Puttin On The Ritz (Talibam! Mostly Other People Do the Killing in libera uscita) che rielaborano come una big band swing il capolavoro dei Velvet Underground "White Light/White Heat" (!). E ancora la splendida sinergia tra i Curlew ed Amy Denio, la cavalcata chitarristica di Chris Forsyth & Solar Motel Band, il perfetto indie rock dei Van Pelt, il fascinoso pop mitteleuropeo degli Audiac. E non è finita qui. Perché Alan Bishop sotto il moniker di Alvarius B ha pubblicato uno straordinario compendio di folk rock, declinato da par suo miscelandolo con la sua sensibilità in bilico tra oriente ed occidente. Un tuffo in Scozia con i dimenticati Deacon Blue (ma Raintown era un album pop soul fatto con classe e passione) e le atmosfere decadenti/sarcastiche degli Arab Strap. E come dimenticare un personaggio fuori dalle righe come Kevin Ayers, pietra angolare del Canterbury Sound e smisurato talento naif.Avevo quasi dimenticato gli splendidi Run On di Rick Brown, ma non potevo concludere in maniera migliore…con un brano tratto da "Spirit Of Eden", disco che nel 1988 sanciva la completa trasformazione dei Talk Talk in una band assolutamente onirica e siderale. Download & Enjoy