Cerca tra i 4733 podcast,
l'archivio delle nostre trasmisioni dal 2006

#TheOriginalToday



Il 23 novembre 2018, viene pubblicato dalla
Mute Records
, The Sound Of Music, della band slovena
Laibach
.


Si tratta di un disco che raccoglie tutto il materiale nordcoreano dei Laibach, esattamente i due concerti tenuti a Pyongyang nel 2015, in occasione del settantesimo anniversario dalla fine dell'occupazione giapponese, dove con il solito talento dissacrante e un espediente quasi geniale, si omaggia il paese convergendo la colonna sonora del musical The Sound of Music (Tutti insieme appassionatamente)tanto celebre nel paese di Kim Jong-Un da essere utilizzato per insegnare l’inglese a scuola, con musiche folk locali.
Per la band il messaggio è chiaro; sia ad est che ad ovest, questi inni patriottici, queste ballate nazionaliste, sono mezzi per indottrinare i giovani, in una propaganda oppiacea.


Nel disco viene rielaborato tutto il materiale del tour e per farlo i Laibach si avvalgono della seconda collaborazione con Boris Benko e Primož Hladnik dei connazionali Silence.
Nel disco l'elettronica prevale sull'industrial rendendo questo lavoro sicuramente più pop rispetto ai dischi precedenti.
La bellissima Maria/Korea è il ponte che unisce i due profili opposti, utilizzando un brano del film come veicolo per una traccia che propone come risolvere i problemi in Corea.


Dalla prima alla nona traccia, le canzoni sono prese dal film The Sound of Music
La 10 e la 11 traccia sono brani folk coreani
La 12 traccia è il discorso di benvenuto pronunciato al loro arrivo da un membro del Comitato per le Relazioni Culturali.


Tracce


The Sound Of Music
Climb Ev'ry Mountain
Do-Re-Mi
Edelweiss
Favorite Things
Lonely Goatherd
Sixteen Going On Seventeen
So Long, Farewell
Maria/Korea


Arirang
The Sound Of Gayageum
Welcome Speech



Condividi

     

Commenta

ULTIMI POST